Richiamo (booster)

La variante Omicron è considerata più contagiosa della variante Delta e si diffonde molto rapidamente. Risultano più protetti coloro che hanno completato il 1° ciclo di vaccinazione ed eseguito il richiamo (Booster). L'effetto protettivo della maggior parte delle vaccinazioni si esaurisce nel tempo, a causa della presenza di nuove varianti, ma anche per il declino della protezione immunitaria. Questo è rilevabile anche per altri vaccini, come quello contro le zecche. Una dose di richiamo porta a un rapido incremento della protezione ed è per questo è raccomandata fortemente.

  • Anche per i 12/15enni le prenotazioni del richiamo sono possibili.
  • Persone con sistema immunitario compromesso possono ricevere la dose addizionale 28 giorni dalla conclusione del ciclo vaccinale.
  • Per consentire ad un numero maggiore di persone di accedere al richiamo è stato ridotto a 4 mesi il periodo minimo dall’ultima vaccinazione (120gg).

Tutti gli appuntamenti

La vaccinazione in farmacia

Prenotazione vaccinazione

Gli esperti fanno chiarezza

Una volta vaccinati, è possibile fare a meno di seguire le norme di sicurezza? (Dott.ssa Elke Maria Erne)
È più pericoloso non vaccinarsi o vaccinarsi? (Dott.ssa Livia Borsoi)
Quanto è importante il colloquio vaccinale? (Dott. Herbert Heidegger)

Domande e risposte

Il vaccino potrebbe provocare la malattia COVID-19?

BioNTech Pfizer e Moderna: No, perché questo vaccino non utilizza virus attivi. Con la vaccinazione l’organismo riceve l’informazione che lo aiuta a combattere il virus. L’mRNA del vaccino si degrada naturalmente dopo pochi giorni nella persona che lo riceve. Il vaccino quindi non contiene il virus, ma solo una sua piccola parte.
Vaxzevria (ex AstraZeneca) e Johnson & Johnson: No, perché i vaccini non contengono virus attivi, ma solo una componente genetica che porta nell’organismo di chi si vaccina l’informazione per produrre anticorpi specifici.

Fonte: Azienda sanitaria dell'Alto Adige, Agenzia italiana del farmaco, Infovac; data: 29.04.2021

Assumo numerosi farmaci. Con chi posso parlare per sapere se in tal caso la vaccinazione è appropriata?

Durante il colloquio anamnestico che si svolge prima della vaccinazione, c'è la possibilità di fare domande sui farmaci che si stanno assumendo.

Fonte: Azienda sanitaria dell'Alto Adige, Agenzia italiana del farmaco, Infovac; data: 05.03.2021

Se si contrae il Covid tra la prima e la seconda dose, ci deve completare lo stesso il ciclo vaccinale? Cosa succede con il Green Pass?

In questi casi, il Ministero della Salute stabilisce che la prima dose non ha avuto effetto. Dopo una guarigione  appropriatamente documentata (con test PCR), viene rilasciato un Green Pass corrispondente valido per 6 mesi dal recupero. Dopo un'ulteriore vaccinazione, il ciclo di vaccinazione è completato e viene rilasciato un Green Pass valido per 9 mesi dalla seconda dose.

Fonte: Azienda sanitaria dell'Alto Adige, Infovac; data: 13.08.2021

Devo fare un test degli anticorpi prima della vaccinazione per decidere se farmi vaccinare o meno?

No, non è previsto il test degli anticorpi prima della vaccinazione.

Fonte: Azienda sanitaria dell'Alto Adige, Agenzia italiana del farmaco, Infovac; data: 12.01.2021

Infospots

Dott. Roger Pycha è Primario del Servizio Psichiatrico del Comprensorio sanitario di Bressanone.
Roger Pycha
Dott.ssa Silvia Spertini è medico del Servizio Igiene e Sanità pubblica
Silvia Spertini
Elisabetta Pagani è Primaria del Laboratorio di microbiologia e virologia.
Elisabetta Pagani