15.11.2021

Vaccinazione Covid per donne in attesa: “Assolutamente consigliata”

Il Primario Martin Steinkasserer del reparto di Ginecologia e Ostetricia dell’Ospedale di Bolzano vuole dissipare tutti i dubbi delle future mamme: “La vaccinazione è assolutamente consigliata perché soprattutto le donne incinte corrono un rischio elevato in caso di infezione!”

Steinkasserer può solo ribadire ciò che è attualmente raccomandato da tutti gli enti scientifici nazionali ed internazionali: “Diverse ricerche hanno dimostrato che un’infezione da Sars-CoV-2 durante la gravidanza, rispetto alle donne sintomatiche non incinte, porta a un rischio tre volte maggiore di essere ricoverate in un’unità di terapia intensiva. I decorsi gravi della malattia con la necessità di ospedalizzazione si verificano principalmente negli ultimi due terzi della gravidanza. Un ultimo aspetto, ma non meno importante, è relativo a dati recenti, i quali mostrano anche che l’infezione da coronavirus è associabile a un rischio maggiore di nascita pretermine”.

Il Primario e la sua équipe ci tengono quindi a sottolineare il concetto alle giovani donne in attesa più in apprensione: “Questo non è solo il consiglio di una piccola cerchia, ma sono le ultime raccomandazioni di società scientifiche come la SIGO (Società italiana di ginecologia e ostetricia), la DGGG, l’OEGGG e la SGGG – rispettivamente, le società tedesca, austriaca e svizzera di ginecologia e ostetricia – nonché della STIKO, la commissione permanente sulle vaccinazioni dell’Istituto Robert Koch in Germania”.

Ma il consenso è univoco anche fuori dall’Europa: anche l'ACOG (American College of Obstetricians and Gynecologists) negli Stati Uniti caldeggia la vaccinazione delle donne incinte. Questi enti o istituti, così come molti altri, la raccomandano in particolare dopo il primo trimestre di gravidanza e durante l’allattamento.

Martin Steinkasserer si rammarica quando le gestanti sono spesso fuorviate da informazioni contrarie: “Forse in questo caso c’è una mancanza di informazione scientifica perché la vaccinazione contro il coronavirus protegge principalmente la salute della madre in attesa e quella del bambino. In via secondaria, poi, è intesa anche come misura preventiva per i suoi contatti stretti”.

I vaccini raccomandati sono vaccini mRNA (Pfizer o Moderna), la cui efficacia e sicurezza durante la gravidanza e l’allattamento sono state dimostrate da studi scientifici. Stessa cosa vale anche per le inoculazioni somministrate nel primo trimestre di gravidanza poiché non hanno evidenziato un maggiore rischio di aborto.

Per questo motivo, l’esperto ginecologo lancia un appello: “La salute della madre e del bambino stanno a cuore a noi ginecologici e, quindi, raccomandiamo senza riserve la vaccinazione delle donne incinte contro il virus Sars-CoV-2 poiché questo evita le infezioni e previene decorsi severi della malattia”.

Informazioni per i media:
Ripartizione comunicazione, Azienda sanitaria dell’Alto Adige, tel. 0473 263806

 

Condividi questo articolo

Altri news

Le vaccinazioni contro il coronavirus
20.05.2022
Le vaccinazioni contro il coronavirus
“Seconda vaccinazione di richiamo assolutamente necessaria, soprattutto per gli anziani”
18.05.2022
“Seconda vaccinazione di richiamo assolutamente necessaria, soprattutto per gli anziani”
Vaccinazioni contro il coronavirus
13.05.2022
Vaccinazioni contro il coronavirus